Chitarra: scale, accordi e improvvisazione (parte 8)

accord-2119_risultato

Gli errori più comuni: come identificarli e correggerli

In questa lezione Focalizzeremo anche l’attenzione su alcuni errori comuni che è bene evitare e su come migliorare il livello del proprio studio imparando a registrarsi e ad ascoltarsi.

Inoltre impareremo a suonare le triadi in modo melodico attraverso alcuni importanti esercizi per sviluppare tecnica e orecchio. Vedremo poi come compiere i primi passi utilizzando le triadi per improvvisare sulla base G, B-,A-, C studiata un paio di lezioni fa.

Anteprima della lezione


Materiale didattico presente in questa lezione (clicca sopra)

3 video didattici

1. Triadi melodiche A

2. Triadi melodiche B

3. Introduzione all’improvvisazione usando le triadi

+ 2 file audio

48 min

15m 55s

7m 11s

24m 38s

... per continuare questa video lezione

L'accesso a questa lezione è riservata agli iscritti al Gruppo Studenti Premium.

Sei già registrato? Fai il login.

Non sei uno studente premium?

Registrati oggi stesso, o fai l'upgrade se sei già un utente free, per accedere a questa e a tutte le altre lezioni del gruppo premium.

Registrati Upgrade Premium

Accedi gratuitamente

Con il profilo free hai accesso immediato a 15 lezioni complete (36 video) di pianoforte, teoria, armonia, solfeggio e composizione.

Registrazione Free Info
Categorie

About the Author:

One Comment

  1. donpaco

    Veramente bravo, chiaro e soprattutto consapevole sia dell’aspetto semantico del tema che tratti sia dell’aspetto meccanico applicativo a strumento dello stesso. Da questi temi parte infatti tutto l’impianto della creatività musicale e chitarristica. La non conoscenza approfondita di questi argomenti relega l’allievo ad imparare a memoria strutture che mette più o meno bene biecamente in sequenza. E’ un pò come se noi parlassimo facendo copia e incolla di frammenti di articoli giornalistici o di libri. Farlo è assolutamente meglio che non farlo ma non è questo l’obiettivo di chi vuole esprimersi senza alcun limite se non quello di pensare un frammento melodico armonico o di modificare consapevolmente un frammento melodico-ritmico autoprodotto o pensato da altri musicisti. Continuate così! Con infinita stima – Pasquale .

X

Hai dimenticato la Password?

Registrati