Intervalli musicali, come chiamarli correttamente (Parte prima)

Ti è mai capitato di leggere o sentire dei termini come “quinta diminuita”, “settima minore”, “quarta eccedente” e così via?

Tutti questi nomi, apparentemente oscuri, indicano diversi tipi di intervalli musicali.

Oggi ci occupiamo del modo in cui i vari intervalli vengono chiamati, per essere distinti gli uni dagli altri. E lo facciamo attraverso un percorso chiaro e logico che in breve ti permetterà di imparare a chiamare gli intervalli con il nome corretto.

Essere in grado di definire un intervallo è infatti fondamentale, perché ti permette di determinare la relazione che vi è tra due o più note (in questo caso relativa all’altezza).

E la musica in fondo è proprio l’arte che permette di mettere in relazione i suoni.

Vedrai, una volta che questi concetti ti saranno chiari, potrai metterli in pratica in moltissimi campi.

Tra le altre cose sarai in grado di:

  • iniziare ad approfondire il vastissimo mondo dell’armonia
  • capire come si costruiscono gli accordi, di ogni tipo e complessità
  • migliorare le melodie che componi, grazie ad un utilizzo più consapevole degli intervalli musicali

Iniziamo allora a parlare più approfonditamente dell’intervallo musicale.



... per continuare questa video lezione

Registrati con il profilo free e accedi gratuitamente a questa lezione.

Con il profilo free, inoltre, hai accesso immediato a 15 lezioni complete (36 video) di pianoforte, teoria, armonia, solfeggio e composizione.

Sei già registrato? Fai il login.

Registrazione Free Info
Summary
Review Date
Reviewed Item
Videolezioni di teoria musicale
Author Rating
51star1star1star1star1star
Categorie

About the Author:

22 Comments

  1. markix88

    molto chiarificatrice, ho studiato molte basi di armonia e ci voleva proprio un riscontro pratico: Alla fine gli intervalli sono il collante di tutta l’armonia.

  2. Dentro la musica

    Sono d’accordo con te. La conoscenza degli intervalli musicali sarà fondamentale quando andremo a studiare anche gli accordi più complessi. In questo modo tutto sarà molto chiaro!

  3. peps8883

    Mi sono iscritto oggi e devo complimentarmi davvero per la serietà e la chiarezza (piú chiaro di cosi non si puo) delle lezioni. Sugli intervalli trovo molta difficolta sui libri di teoria e con questa video lezione ho finalmente iniziato a capire.

  4. Dentro la musica

    Ti ringrazio veramente. In realtà non ho studiato da nessun libro, ma tutto è frutto dell’esperienza pratica maturata nel corso degli anni.

  5. irene69

    chiaro come sempre, non ti smentisci. Ma….aiuto, quand’è che un tasto nero lo chiamo diesis e quando bemolle??

  6. Dentro la musica

    Non preoccuparti. Troverai la tua risposta nelle lezioni successive di teoria.

  7. haris.mula@hotmail.it

    Innanzitutto grazie delle tue spiegazioni esaustive.
    Non mi è chiaro un particolare però:
    Prendendo come riferimento ad esempio un DO e un FA#, per determinare il numero dell’intervallo, come faccio a capire se dal FA#, per avere una nota naturale, devo spostarmi di un semitono verso la nota più grave oppure di un semitono verso la nota più acuta?

X

Hai dimenticato la Password?

Registrati