Composizione, ecco le note che rendono più affascinanti la melodia e l’armonia di un brano (parte 7)

Ritardi e appoggiature

I ritardi, come le appoggiature, sono delle note della melodia in grado di dare quel tocco in più alla musica. Spesso analizzando i grandi brani di tutti i tempi si nota come queste note abbiano un’importanza notevole nel rendere quella particolare musica così affascinante.

Come usare al meglio i ritardi nella costruzione melodica e armonica

Ma naturalmente, per essere utilizzate al meglio, bisogna conoscerle a fondo, in modo da poter sfruttare tutto il loro potenziale.
Dunque nella lezione di oggi, tra i vari argomenti, ci occuperemo di capire:

  • quali sono le maggiori differenze tra appoggiature e ritardi
  • come risolvere un ritardo su altri tempi deboli
  • qual è il rapporto tra preparazione e ritardo
  • come utilizzare al meglio i ritardi ascendenti
  • come i ritardi possono modificare l’effetto armonico generale

Nei video che seguono affrontiamo tutti questi argomenti.

Materiale didattico presente in questa lezione (clicca sopra)

5 video didattici

1. Appoggiature e ritardi

2. Come utilizzare altri tempi deboli per la risoluzione dei ritardi e ottenere un risultato molto efficace

3. Impariamo a usare al meglio i ritardi ascendenti

4. Come i ritardi cambiano l’effetto armonico. I ritardi simultanei

5. Iniziamo a modificare gli accordi con l’utilizzo dei ritardi

+ 1 file pdf

47 min

11m 24s

14m 00s


5m 08s

9m 58s

7m 04s

... per continuare questa video lezione

L'accesso a questa lezione è riservata agli iscritti al Gruppo Studenti Premium.

Sei già registrato? Fai il login.

Non sei uno studente premium?

Registrati oggi stesso, o fai l'upgrade se sei già un utente free, per accedere a questa e a tutte le altre lezioni del gruppo premium.

Registrati Upgrade Premium

Accedi gratuitamente

Con il profilo free hai accesso immediato a 15 lezioni complete (36 video) di pianoforte, teoria, armonia, solfeggio e composizione.

Registrazione Free Info
Categorie

About the Author:

X

Hai dimenticato la Password?

Registrati