11 di 14

Corso di Pianoforte Completo

Piano e canto: come accompagnarsi per cantare (parte 11)

pianoforte2-2

Impariamo a muovere il basso in modo più efficace

Nella lezione di oggi vedremo come il movimento del basso sia molto importante anche per riempire vuoti melodici. Capiremo dunque come utilizzarlo in modo appropriato quando la voce sta ferma.
Ma quello che impareremo a proposito del movimento del basso in realtà potremmo applicarlo in qualsiasi momento, creando delle sovrapposizioni ritmiche tra voce, basso e mano destra che ci permetteranno di ottenere dei risultati molto interessanti.

Come muovere il basso attraverso combinazioni di salti e gradi congiunti

Infatti nel momento in cui siamo in grado di creare un movimento ritmico nel basso, riusciamo non solo ad arricchire il ritmo del nostro brano, ma riusciamo anche a creare delle situazioni armoniche molto più interessanti.
Vedremo infatti come il basso che si muove per gradi congiunti sia in grado di arricchire la struttura armonica della parte che stiamo suonando.

Altri modi per riempire i vuoti melodici

Inoltre impareremo un altro modo di utilizzare gli arpeggi per colmare i vuoti melodici attraverso l’introduzione di figure ritmiche come quella dei sedicesimi.
Vedrai come attraverso il semplice utilizzo di questa figura, riusciremo ad ottenere degli interventi del pianoforte molto suggestivi.

Anteprima della lezione

6 video didattici

1. Introduzione alla nuova lezione

2. Come usare i sedicesimi negli interventi arpeggiati

3. Il movimento del basso tra gli accordi a distanza di terza

4. Come muovere il basso attraverso combinazioni di salti e gradi congiunti

5. Altre combinazioni ritmiche del basso

6. Applichiamo le tecniche del vuoto melodico a una canzone famosa

61 min

2m 28s

15m 03s

12m 05s

8m 58s

10m 49s

11m 48s