Ecco la chiave per imparare a leggere le note

Oggi iniziamo a entrare nel mondo della lettura delle note.

Se seguirai il percorso attraverso il quale ti porterò, la scrittura musicale non ti sembrerà più così oscura come forse è stata finora per te.

Per cercare di arrivare progressivamente a capire questi concetti, cercheremo di metterci nei panni di chi ascolta una musica e vuole trovare un alfabeto musicale per rappresentarla graficamente. 

Attraverso i video che seguono imparerai alcuni concetti fondamentali che ti permetteranno di imparare a leggere le note.



... per continuare questa video lezione

Registrati con il profilo free e accedi gratuitamente a questa lezione.

Con il profilo free, inoltre, hai accesso immediato a 15 lezioni complete (36 video) di pianoforte, teoria, armonia, solfeggio e composizione.

Sei già registrato? Fai il login.

Registrazione Free Info
Categorie

About the Author:

17 Comments

  1. razzdecane

    Complimenti, idea geniale!la musica è un bene che tutti dovrebbero conoscere e la diffusione libera dei suoi principi è un atto d’amore verso l’umanità!continuate così e cercate di continuare con un linguaggio semplice anche se un domani tratterete argomenti come l’improvvisazione, il comping, le frasi melodiche ed il concetto che ne è alla base di gusto, al concetto di timing e feeling nella musica d’insieme, di inside/outside nelle frasi, di condotta delle parti e sostituzioni armoniche. Insomma bravi!

  2. ZC

    Ho trovato interessantissimo il tuo blog e mi sono iscritto! Complimenti per la chiarezza e la completezza con cui tratti gli argomenti.

    Soltanto una cosa: é possibile scaricare il podcast? Mi dice che é un file non condivisibile…

  3. rikgesha

    Ottima lezione, spiegazioni molto chiare. Dopo aver visto la lezione, mi è venuta la curiosità di scoprire a chi si deve l’invenzione della scrittura musicale per come la conosciamo oggi. In giro ho trovato che l’ideatore della notazione musicale moderna è da considerarsi Guido Monaco d’Arezzo vissuto intorno al 1000 in epoca medievale. Naturalmente un italiano! Anche gli egizi però se non sbaglio erano degli abili musicisti, quindi molti secoli prima! Chissà in che modo scrivevano musica…

  4. Dentro la musica

    Ciao. In realtà la notazione musicale per come la conosciamo noi è frutto di secoli di sviluppo. La fama di Guido D’Arezzo è dovuta all’introduzione di alcuni concetti molto importanti (l’esacordo, la solmisazione e la mutazione) concetti questi che avevano come fine quello di favorire la memorizzazione della musica da parte dei cantori. Questi concetti naturalmente hanno favorito lo sviluppo di tutta la teoria musicale e della notazione del Medioevo.

  5. Rodolfo49

    Tra i tanti corsi più o meno gratuiti che ho visto su internet, questo del M.o Francesco L’Erario a mio avviso è il migliore sia per la didattica che per la completezza delle informazioni. Mi ero iscritto come studente free ma ho poi scelto il corso Premium.

  6. Carlo D

    Sto seguendo con attenzione e concentrazione prendendo appunti. Una materia misconosciuta che mi coinvolge.

  7. Mauro Tomelli

    Metodo molto valido per imparare le basi musicali,sai veramente spiegare in modo semplice e chiaro, complimenti ed un grazie per l’aiuto che dai.

  8. domenicocicero@alice.it

    Sono Lezioni, a dir poco chiarissime, complimenti per l’idea e spero presto di potermi iscrivere all’abbonamento!
    Grande Francesco!

  9. Antopec

    Molto interessante e chiaro! Bravissimo! Ho iniziato a febbraio delle lezioni di arpa, alle tenera età di 43 anni,senza avere MAI fatto niente prima d’ora in campo musicale… ! E’ dura ma ne vale la pena! Grazie per questa ideo on line!!!

X

Hai dimenticato la Password?

Registrati