Pianoforte, impariamo a suonare un brano (parte quarta)

Dopo questa lezione sarai in grado di suonare il pezzo per pianoforte completo con tutte le sue note!

Infatti studieremo il brano prima a mani separate e poi a mani unite.

Ma questa non è l’unica cosa della quale ci occuperemo!

Infatti le cose che imparerai in questa lezione sono veramente tante e preferisco elencartene alcune:

  • interpretare la diteggiatura scritta
  • modificare la diteggiatura in modo da poter eseguire il brano in modo più sicuro ed efficace
  • studiare il brano a mani separate e poi gradatamente mettere insieme le due mani
  • un metodo molto efficace per studiare i passaggi più difficili a mani unite
  • etc.

A questo punto potrai suonare il brano completo.

Per trasformare questa prima esecuzione in musica e vera e propria, in modo da renderla molto più musicale e piacevole all’ascolto, dovremo fare ancora un passo, quello fondamentale.

Ed è quello che impareremo nella prossima e ultima lezione di questo ciclo.

... per continuare questa video lezione

L'accesso a questa lezione è riservata agli iscritti al Gruppo Studenti Premium.

Sei già registrato? Fai il login.

Non sei uno studente premium?

Registrati oggi stesso, o fai l'upgrade se sei già un utente free, per accedere a questa e a tutte le altre lezioni del gruppo premium.

Registrati Upgrade Premium

Accedi gratuitamente

Con il profilo free hai accesso immediato a 15 lezioni complete (36 video) di pianoforte, teoria, armonia, solfeggio e composizione.

Registrazione Free Info
Categorie

About the Author:

7 Comments

  1. ALEXIO

    Ciao Francesco, sono un tuo nuovo allievo anche se nella musica ci sono gia’ da due annetti circa!mi sono iscritto per seguire accuratamente il corso di solfeggio per poterlo approfondire!volevo farti una domanda riguardo a “il non guardare la tastiera”.Ho notato spesso che i pianisti concertisti non usano lo spartito durante i loro concerti e spesso guardano la tastiera!anche a me a volte e’ capitato di imparare brani a memoria e di concentrarmi solo in quell’occasione esclusivamente sui diti che scorrono!La cosa e’vietata quando si studia il pezzo o anche dopo averlo imparato in un secondo momento a memoria?saluti Alessio

  2. Dentro la musica

    Ciao Alessio, la tua osservazione è molto interessante. Diciamo subito una cosa. I pianisti concertisti hanno la necessità di imparare a memoria un brano per potersi concentrare al massimo sull’aspetto interpretativo. Quando eseguono naturalmente le note non sono più un problema, quello che importa è esprimere qualcosa. Lo stesso in realtà vale quando si studia un brano e lo si conosce a memoria dopo averlo eseguito tantissime volte. A quel punto non occorre guardare lo spartito e ti concentri sulle mani, sull’interpretazione. Il problema è che molte volte le persone iniziano subito ad imparare un brano a memoria mentre lo studiano e dunque non sviluppano mai la capacità di suonare e leggere contemporaneamente la musica, capacità che invece è molto importante da sviluppare, ad esempio per imparare a suonare a prima vista. Dunque bisogna sforzarsi spesso di sviluppare anche questa tecnica, che consiste appunto nel suonare e leggere contemporaneamente lo spartito. C’è una lezione in proposito dove ho approfondito quest’argomento ed è la seguente: Pianoforte, vuoi suonare un brano in 3/4 e imparare a usare il pedale (parte quarta)
    Naturalmente come in tutte le cose ci vuole equlibrio. Dunque non sempre bisogna suonare guardando lo spartito, a volte si può suonare a memoria. Ma non va nemmeno bene fare solo questo. Insooma è importante imparare a suonare in entrambi i modi.

  3. Harmo

    Ciao.
    I Professori d’orchestra devono leggere la parte, suonare lo strumento e seguire il Direttore d’orchestra per gli attacchi.
    Immagino che abbiano una visione periferica sviluppatiiiiiiissima!

  4. LUIGI SCORDO

    E’ MOLTO BELLO LEGGERE LE DOMANDE DEGLI ALLIEVI E LE RISPOSTE CHE DA IL MAESTRO, DAL QUALE IMPARO SEMPRE CON PIU’ FACILITA’ A SUONARE ANCHE SENZA GUARDARE LO SPARTITO GRAZIE MAESTRO LERARIO.

X

Hai dimenticato la Password?

Registrati