Intervalli musicali, come chiamarli correttamente (parte seconda)

Nella lezione di oggi inizieremo a capire come trovare la “seconda parte” del nome degli intervalli musicali, cioè la specie.

Infatti non è sufficiente sapere che un intervallo è di quinta, di settima…dobbiamo aggiungere un’ulteriore informazione per avere il nome completo.

Tutto questo è assolutamente fondamentale per entrare a pieno nel mondo degli accordi e dell’armonia.

Infatti quando parleremo degli accordi di settima diminuita, di sesta eccedente, di settima di dominante con la quinta diminuita, sarà fondamentale che tu sappia riconoscere gli intervalli che fanno parte dell’accordo.

Dunque dovrai saper individuare il numero ma anche la specie.

E io in questa e nella prossima lezione ti insegnerò un metodo semplicissimo e molto schematico che ti permetterà di individuare velocemente al pianoforte ogni tipo di intervallo, anche di quelli più complessi.

Inoltre troverai allegata una tabella in pdf che potrai stampare per poter seguire meglio queste lezioni e per aiutarti in futuro nell’individuare la specie degli intervalli.

Per capire al meglio questa lezione ti consiglio di assistere prima alle seguenti lezioni:

Come individuare le note di tutte le scale maggiori
Intervalli musicali (parte prima)
Alterazioni musicali (parte prima)
Alterazioni musicali (parte seconda)

... per continuare questa video lezione

L'accesso a questa lezione è riservata agli iscritti al Gruppo Studenti Premium.

Sei già registrato? Fai il login.

Non sei uno studente premium?

Registrati oggi stesso, o fai l'upgrade se sei già un utente free, per accedere a questa e a tutte le altre lezioni del gruppo premium.

Registrati Upgrade Premium

Accedi gratuitamente

Con il profilo free hai accesso immediato a 15 lezioni complete (36 video) di pianoforte, teoria, armonia, solfeggio e composizione.

Registrazione Free Info
Categorie

About the Author:

14 Comments

  1. lucianino

    Si in genere te li sbattono li come un dogma

    Complimenti
    A quando le prossime lezioni

    Luciano

  2. rita.canone

    Buon giorno Francesco,
    sto ripassando: puoi farmi da feedback ? accordo di FAd.m su tonalità di MIM.
    FAd LA DOd
    L’i. tra la nota grave e quella più acuta è un I. di V GIUSTA?
    Grazie e ciao……sono molto contenta della scelta che ho fatto!!!!

  3. Ciao, l’accordo di fa diesis minore è correttamente formato da fa diesis, la e do diesis e l’intervallo tra la le note estreme dell’accordo è una quinta giusta. Quindi quello che scrivi è corretto. L’unico errore è che nella tonalità di mi minore non hai l’accordo di fa diesis minore , ma quello di fa diesis diminuito, sul secondo grado della tonalità, formato da fa diesis la e do naturale, dal momento che in mi minore hai solo il fa diesis in chiave, essendo la relativa minore di sol maggiore.

  4. paolo27

    Maestro Francesco complimenti per la tua “chiarezza” didattica e per aver riportato (tra gli schemi da poter “stampare” )la regolina: “Come trovare la seconda parte(la Specie)del nome degli intervalli musicali”.Infatti mi era capitato di doverla studiare, in precedenza, sul testo “Armonia”, del Piston, con enorme fatica. Il tuo schema mnemonico-sintetizzante della ridetta regola aiuta tantissimo…Grazie.

X

Hai dimenticato la Password?

Registrati