Tensione o riposo? Ecco gli accordi che ci permettono di ottenere questi effetti

Ti è mai capitato di sentire un brano e notare che un accordo aveva un senso di stabilità, di riposo.

E subito dopo magari seguiva un accordo con una caratteristica diversa, di tensione e di moto.

La musica è fatta di alternanza tra moto e quiete e dunque anche nell’armonia, che è una parte fondamentale del linguaggio musicale, bisogna trovare gli strumenti per esprimere queste due diverse caratteristiche.

Nella lezione di oggi ci occuperemo degli accordi consonanti e dissonanti.

Cercheremo di capire quale sia il criterio per poterli distinguere.

Andremo a considerare gli accordi che già conosciamo e cercheremo di valutarli secondo il principio della consonanza e della dissonanza.

In questo modo nel momento di scegliere quali accordi usare, sapremo quali caratteristiche essi abbiano, se di tensione o di stabilità.

Ma soprattutto questa lezione ci servirà come fondamentale introduzione a un nuovo e ancor più importante capitolo:

quello degli accordi dissonanti di più di 3 suoni.

Per capire al meglio questa lezione ti consiglio di assistere, se ancora non l’hai fatto, alla seguente videolezione:

Consonanza e dissonanza

... per continuare questa video lezione

L'accesso a questa lezione è riservata agli iscritti al Gruppo Studenti Premium.

Sei già registrato? Fai il login.

Non sei uno studente premium?

Registrati oggi stesso, o fai l'upgrade se sei già un utente free, per accedere a questa e a tutte le altre lezioni del gruppo premium.

Registrati Upgrade Premium

Accedi gratuitamente

Con il profilo free hai accesso immediato a 15 lezioni complete (36 video) di pianoforte, teoria, armonia, solfeggio e composizione.

Registrazione Free Info
Categorie

About the Author:

8 Comments

X

Hai dimenticato la Password?

Registrati